FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Vampate di calore

Sono delle improvvise sensazioni di aumento della temperatura corporea; sono associate soprattutto alla menopausa ma possono colpire anche gli uomini.

Nelle donne in menopausa sono solitamente più intense a livello del volto, del collo e del petto, dove la pelle può arrossarsi. Possono essere associate ad un aumento della frequenza cardiaca e ad una sudorazione intensa seguita da un freddo altrettanto intenso. La loro frequenza varia da caso a caso, in genere durano pochi minuti e compaiono soprattutto durante la notte. La causa esatta non è stata ancora del tutto chiarita, ma si ritiene che ad essere coinvolti siano soprattutto i cambiamenti ormonali tipici della menopausa ed un aumento della sensibilità del sistema di controllo della temperatura corporea, che diventa più sensibile alle piccole variazioni.

Fluttuazioni dei livelli ormonali possono essere anche alla base anche delle vampate che colpiscono gli uomini, in particolare una riduzione degli androgeni e del testosterone associata all’invecchiamento.

Sia nelle donne che negli uomini il problema può però essere associato anche a vere e proprie patologie, come l’ipertiroidismo, ma anche un tumore alla prostata, all’ipofisi o all’ipotalamo. I Possono essere altresì scatenate anche dai trattamenti antitumorali.

Quali malattie si possono associare a vampate di calore?

Le patologie possono esservi associate sono le seguenti:

  • Tumore ai testicoli
  • Attacco di panico
  • Cancro alla prostata
  • Couperose
  • Ipertiroidismo
  • Rosacea

Si rammenta come questo non sia un elenco esaustivo e che sarebbe sempre meglio consultare il proprio medico di fiducia in caso di sintomi persistenti.

Quali sono i rimedi contro le vampate di calore?

Il rimedio più efficace è solitamente l’assunzione di ormoni femminili. Anche gli uomini in cui il problema sia scatenato da un trattamento antitumorale possono trarre beneficio dalla loro assunzione. Tuttavia, diverse ricerche evidenziano potenziali effetti collaterali della terapia ormonale. Per questo motivo bisognerebbe discutere con il medico del rapporto fra rischi e benefici nel proprio particolare caso. Alcune volte si può fare affidamento su molecole come gli anticonvulsivanti o gli antidepressivi, altre volte il problema scompare in breve tempo e non richiede l’assunzione di medicinali.

In tali casi può essere utile qualche accorgimento alimentare come ridurre il consumo di alcol, caffeina e cibi piccanti, rilassarsi, evitare di surriscaldarsi, non fumare, perdere i chili in eccesso o affidarsi a medicine complementari come agopuntura e ipnosi o integratori alimentari (in particolare quelli a base di fitoestrogeni).

Con vampate di calore quando rivolgersi al proprio medico?

Qualora le vampate di calore siano associate alla menopausa rivolgersi ad un medico contribuisce a gestirle nel modo migliore possibile, in modo che non incidano in modo significativo sulla qualità della vita. Negli altri casi è opportuno consultare un medico al fine di accertarsi del problema alla loro base e individuare il rimedio più adatto al caso.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?