FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Infezione da Stafilococco

Come si contrae l’infezione da Stafilococco?

L’infezione può essere contratta tramite contatto fisico. Il rischio di svilupparla è aggravato dalla presenza di ferite o tagli e dal contatto con individui o superfici contaminate dal batterio.

Sintomi e malattie associate all’infezione da Stafilococco?

Il problema più spesso associato agli stafilococchi sono le infezioni cutanee. I loro possibili sintomi includono:

cellulite, con arrossamenti e gonfiore di un’area della pelle che si scalda

noduli cutanei simili a foruncoli che – talvolta pieni di pus – possono arrossarsi, gonfiarsi e fare male

impetigine, una condizione caratterizzata da bolle sulla pelle che si trasformano in croste

Lo stafilococco può però provocare anche infezioni più gravi, andando a colpire:

  1. articolazioni
  2. ossa
  3. cuore
  4. sangue
  5. polmoni

Che cos’è l’infezione da Stafilococco?

Gli stafilococchi sono dei batteri gram-positivi di forma sferica, aerobi (cioè in grado di vivere solo in presenza di ossigeno) o anaerobi facoltativi (cioè che richiedono normalmente ossigeno, ma che in caso di necessità possono sopravvivere anche senza). Questi microbi sono solitamente presenti sulla pelle e nel naso di soggetti sani, dove  – nella maggior parte dei casi – non causano alcun problema o provocano delle infezioni della pelle in forma non grave. In alcune circostanze possono, però, trasformarsi in patogeni che sono in grado di scatenare delle infezioni anche molto pericolose.

Ne sono note circa 30 tipologie diverse, ma quello più conosciuto è probabilmente lo Staphylococcus aureus, responsabile della maggior parte delle infezioni della pelle, delle batteriemie, delle polmoniti e degli altri problemi di salute che possono essere generati dagli stafilococchi, inclusa la sindrome da shock tossico e le intossicazioni alimentari.

Cure e trattamenti

La maggior parte delle infezioni da stafilococco possono essere risolte con dei trattamenti antibiotici o attraverso il drenaggio dell’infezione.

Tuttavia, ceppi come quelli di stafilococco aureo meticillino-resistente possono non rispondere a dei trattamenti a base di antibiotici che sono normalmente impiegati per combattere questo batterio; in questi casi la cura dell’infezione può diventare complicata. A volte si ricorre all’impiego di antibiotici alternativi; altre volte, invece, i medici preferiscono procedere al drenaggio dell’infezione senza somministrare alcun tipo di medicinale.

Disclaimer: Le informazioni qui riportate rappresentano solamente delle indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico. In caso di malessere è consigliabile rivolgersi al proprio medico o recarsi al Pronto Soccorso.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?