FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Squame

Con questo termine si fa riferimento, in ambito dermatologico, un accumulo sulla pelle di materiale corneo (cioè costituito da cheratina) che risulta in rilievo rispetto al piano della pelle stessa. L’accumulo è visibile a occhio nudo e, a seconda delle patologie che ne sono all’origine e delle caratteristiche dell’individuo che ne viene colpito, può essere più o meno vistoso.

All’origine dell’insorgenza del loro accumulo c’è un turnover dell’epidermide – inteso come quell’insieme di processi che portano alla produzione e alla demolizione delle cellule della pelle – particolarmente accelerato.

A seconda del loro aspetto e delle loro dimensioni, si parla di squame furfuracee, farinose, madreperlacee e pitiriasiche.

Le patologie che possono risultare associate alla loro presenza sono molteplici: si va dalla dermatite alla scabbia, alla psoriasi,  passando per la pitiriasi e la tinea versicolor.

A seconda della patologia che è all’origine della formazione dell’accumulo, diversi sono i sintomi che possono accompagnare la condizione: arrossamento, bruciore, prurito, presenza di papule e/o placche.

Quali malattie si possono associare alla presenza di squame?

Le patologie ad esse associabili sono le seguenti:

  • Lichen planus
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Mollusco contagioso
  • Pitiriasi rosea
  • Psoriasi
  • Scabbia
  • Tinea versicolor
  • Ustioni
  • Cheratosi attinica
  • Dermatite
  • Dermatite atopica
  • Dermatite seborroica
  • Dermatofitosi
  • Ittiosi

Si rammenta come l’elenco non sia esaustivo e come sia sempre bene chiedere consulto al proprio medico.

Quali sono i rimedi contro le squame?

Poiché le condizioni mediche che risultano associate alla loro formazione sono molte e differenti tra loro, al fine di mettere a punto un trattamento adatto è fondamentale diagnosticare la patologia che ne è alla base. È opportuno evitare rimedi “fai da te”: le medicazioni impropriamente effettuate possono difatti sovrapporre alla patologia di base – che non viene curata – altre condizioni come irritazioni, allergie ed infezioni che vanno a complicare il quadro diagnostico.

Con le squame quando rivolgersi al proprio medico?

Con tale disturbo è sempre bene ricorrere alle cure del proprio medico o del Pronto Soccorso.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?