FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Scotomi

Si tratta di macchie nere o colorate – talvolta  scintillanti – che compaiono nel campo visivo quando la sensibilità della retina diminuisce, riducendo in tal modo l’efficienza visiva. Il problema può riguardare uno od entrambi gli occhi e può avere diverse cause, dal distacco della retina a disturbi del nervo ottico, passando per malattie della macula, ischemia, glaucoma, cataratta  e lesioni ma anche intossicazioni o tumori cerebrali. Più raro è invece il caso in cui esso sia l’effetto collaterale di un medicinale. Quello scintillante può invece essere il segnale di un’emicrania con aura in arrivo.

Si parla di scotoma negativo qualora la presenza di una macchia scura non consenta di percepire o faccia percepire solo in parte gli oggetti. E’ invece positivo quando si percepisce una macchia dal colore variabile e di intermittente luminosità. Inoltre, in base alla loro origine, possono avere forme diverse. Quelli tondeggianti sono solitamente tipici della neurite retrobulbare, mentre sono ovali quelli associati ad intossicazioni. La retinite pigmentosa è invece associata a scotomi anulari e, infine, la coroidite disseminata produce scotomi a mosaico.

Quali malattie si possono associare agli scotomi?

Le patologie ad essi associabili sono le seguenti:

  • Glaucoma
  • Neurite ottica
  • Policitemia vera
  • Pre-eclampsia
  • Retinite pigmentosa
  • Retinoblastoma
  • Cataratta
  • Cataratta nucleare
  • Cefalea
  • Coroidite disseminata
  • Distacco della retina
  • Emorragia retinica
  • Emicrania
  • Retinopatia diabetica

Si rammenta come questo non sia un elenco esaustivo e che sarebbe sempre meglio consultare il proprio medico di fiducia in caso di sintomi persistenti.

Quali sono i rimedi contro gli scotomi?

In caso di danni permanenti non esiste una cura tesa ad eliminare gli scotomi. Tuttavia un’adeguata riabilitazione può contribuire a recuperare parte della funzionalità visiva. È inoltre possibile ricorrere a rimedi per controllare la situazione specifica del problema alla base della loro comparsa. In caso di glaucoma, ad esempio, possono essere utili dei colliri ipotonizzanti, in altri casi il medico può invece prescrivere trombolitici o anticoagulanti. I problemi associati a distacco della retina o a cataratta possono essere invece risolti con un intervento chirurgico, mentre la terapia laser può prevenire le complicanze relative alle patologie vascolari retiniche.

Con scotomi quando rivolgersi al proprio medico?

Solitamente iniziano ad essere percepibili quando la patologia alla loro base ha già danneggiato significativamente l’occhio. Per questo motivo è importante rivolgersi ad un oculista non appena si notino macchie nel campo visivo o, ancora meglio, sottoporsi a dei controlli regolari in modo da individuarne la presenza prima che vadano ad interferire con la vista.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

 

 

 

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?