FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Sanguinamento delle gengive

E’ un disturbo che si manifesta con una perdita di sangue dalle gengive, che è lo strato di tessuto epiteliale e connettivale che riveste il colletto dei denti e costituisce una parte fondamentale delle arcate due dentarie, quella superiore e quella inferiore.

E’ solitamente causato dalla presenza di placca dentaria o di infiammazioni della gengiva che provocano patologie strettamente connesse alle gengive, come la gengivite (infiammazione delle gengive stesse) e la parodontite (infiammazione del complesso dei tessuti di sostegno di denti e gengive, osso alveolare, legamento parodontale e cemento radicolare). Le patologie associate e connesse al disturbo possono essere anche altre, come diabete, leucemia, disturbi della coagulazione e scorbuto.

E’ spesso accompagnato da altri sintomi a carico delle gengive come ipersensibilità (al caldo, al freddo e all’acido), arrossamento, gonfiore e dolore oltre alla mobilità dei denti.

Quali malattie si possono associare al sanguinamento delle gengive?

Le patologie che possono risultare associate a questo problema sono le seguenti:

  • Diabete
  • Disturbi della coagulazione
  • Ebola
  • Leucemia
  • Scorbuto
  • Parodontite
  • Dengue
  • Gengivite

Si rammenta come l’elenco non sia esaustivo e sia sempre opportuno chiedere consulto al proprio medico.

Quali sono i rimedi contro il sanguinamento delle gengive?

Possono essere messi in pratica dei comportamenti virtuosi al fine di salvaguardare la salute delle gengive, prevenendo la comparsa di sanguinamenti ed arrossamenti: molto importante è una corretta igiene orale quotidiana che preveda l’utilizzo di uno spazzolino a setole morbide almeno due volte al giorno e una corretta modalità di spazzolamento, uniti all’impiego di un collutorio e dentifricio specifici. Evitare di fumare e di bere alcol, inoltre, aiuta una buona salute delle gengive. Si consiglia infine di non sottovalutare le prime avvisaglie di disturbi alle gengive: anche se i sintomi possono essere leggeri e non provocare particolari fastidi, in caso di sanguinamento – anche se leggero – è opportuno chiedere un consulto al proprio medico, che saprà consigliare il da farsi. E’ importante sapere che le gengive in situazioni fisiologiche non dovrebbero mai sanguinare: neppure il minimo sanguinamento deve essere considerato “normale”.

Con il sanguinamento delle gengive quando rivolgersi al proprio medico?

E’ consigliabile consultare il medico nel caso in cui sia già stata diagnosticata o si sia a rischio di una delle patologie associate (si veda l’elenco delle patologie associate).

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?