FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Russare

Con questo termine si indica la produzione – mentre si sta dormendo – di un rumore roco o stridente a causa di una parziale ostruzione delle vie respiratorie. Alla base del problema possono esserci problemi al naso, delle caratteristiche anatomiche della bocca, l’assunzione di quantità eccessive di alcol o apnee nel sonno.

In base alla sua causa, può essere associato ad altri sintomi. Il riposo può essere disturbato e di giorno ci si può confrontare con una sonnolenza eccessiva. Durante la notte si può soffrire di dolori al petto e ci si può sentire soffocare. Può essere altresì associato a difficoltà nella concentrazione e pressione alta.

Quali malattie si possono associare al russare?

Le patologie che si possono associare al russare sono:

  • Poliposi nasale
  • Apnee notturne

Si rammenta come questo non sia un elenco esaustivo e che sarebbe sempre meglio consultare il proprio medico di fiducia in caso di sintomi persistenti.

Quali sono i rimedi contro il russare?

Nei casi meno problematici è possibile smettere (o quantomeno ridurre il problema) agendo su fattori come il consumo di alcolici e l’assunzione di sedativi, il peso o la posizione assunta mentre si dorme (solitamente per non russare è meglio dormire sul fianco). Può inoltre essere consigliabile tenere la testa leggermente sollevata, utilizzare cerotti da applicare sul naso o apparecchi da inserire nella bocca allo scopo di tenere aperte le vie respiratorie e trattare eventuali congestioni nasali.

Eventuali difetti anatomici (come un setto nasale deviato) possono invece richiedere un intervento chirurgico. Oltre alla chirurgia tradizionale, anche il laser e le radiofrequenze consentono di risolvere alcuni problemi. Situazioni più gravi possono infine richiedere l’utilizzo di maschere pressurizzate per respirare meglio mentre si dorme.

Se si russa quando rivolgersi al proprio medico?

E’ consigliabile rivolgersi al medico se il problema  provoca problemi di insonnia a chi dorme con voi o se vi fa svegliare con una sensazione di soffocamento. Nel caso in cui il problema affligga  un bambino è opportuno chiedere un consiglio al pediatra.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

 

 

 

 

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?