FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Nausea

Consiste in un disturbo caratterizzato da una sensazione di leggera spossatezza accompagnata dal desiderio di vomitare. Si manifesta spesso con vertigini, pallore e sudorazione e può essere accompagnata da fastidio a livello dello stomaco, da disgusto per il cibo o per alcuni odori, o da abbondante produzione di saliva.

I fattori che possono scatenare la nausea sono molteplici: disturbi a carico di alcuni organi (malattie cardiocircolatorie, renali, gastrointestinali, lesioni a carico dell’orecchio interno), problemi psicologici, fattori emotivi, presenza di particolari stimoli (visivi, olfattivi, gustativi), stato di gravidanza, assunzione di alcuni farmaci.

Quali malattie si possono associare alla nausea?

Le patologie che possono essere associate alla nausea sono:

  • Tumore al pancreas
  • Tumore allo stomaco
  • Tumore del colon-retto
  • Tumore dell’esofago
  • Tumore dell’ovaio
  • Diverticolite
  • Ebola
  • Emicrania
  • Epatite
  • Ulcera duodenale
  • Ulcera gastrica
  • Ulcera peptica
  • Ernia iatale
  • Esofagite
  • Fibrosi cistica
  • Gastrite
  • Acidosi metabolica
  • Anafilassi
  • Angina pectoris
  • Ansia
  • Artrosi cervicale
  • Attacco di panico
  • Botulismo
  • Calcoli cistifellea
  • Calcoli renali
  • Cefalea
  • Cirrosi epatica
  • Colecistite
  • Colica renale
  • Colite
  • Gastroenterite
  • Gastroenterite virale
  • Glaucoma
  • Indigestione
  • Infarto miocardico
  • Insufficienza renale
  • Insufficienza surrenalica
  • Intolleranza al lattosio
  • Pre-eclampsia
  • Rabbia
  • Reflusso gastroesofageo
  • Salmonella
  • Scarlattina
  • Sclerosi multipla
  • Shock settico
  • Sifilide
  • Intolleranze alimentari
  • Intossicazione da monossido di carbonio
  • Iperparatiroidismo
  • Labirintite
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Mal d’auto
  • Malaria
  • Malattia da graffio di gatto
  • Malattia di Chagas
  • Morbo di Addison
  • Morbo di Crohn
  • Otite
  • Pancreatite
  • Pielonefrite
  • Poliomielite

Si rammenta che questo non è un elenco esaustivo e che sarebbe sempre opportuno consultare il proprio medico di fiducia in caso di sintomi persistenti.

Quali sono i rimedi contro la nausea?

Poiché le patologie che possono essere associate al problema sono molto diverse tra loro, al fine di mettere a punto un protocollo terapeutico atto a lenire o a risolvere la nausea è fondamentale individuare la patologia che ne è alla base e agire su di questa. Indispensabile è il parere del proprio medico di fiducia, che saprà consigliare il da farsi. Evitare di consumare certi alimenti o di esporsi a determinati stimoli ambientali (olfattivi, visivi, gustativi) può contribuire a circoscrivere le manifestazioni del disturbo. Nel caso in cui la nausea dipenda dall’assunzione di alcuni medicinali è opportuno consultarsi con il proprio medico per farsi prescrivere – se possibile – una terapia alternativa.

Con la nausea quando rivolgersi al proprio medico?

In caso di malattie già precedentemente diagnosticate (si veda l’elenco delle malattie associate).

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?