FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Malattie autoimmuni

Si tratta di patologie caratterizzate da una reazione scorretta del sistema immunitario, che attacca e distrugge i tessuti sani del nostro organismo, riconoscendoli erroneamente come estranei.

Che cosa sono le malattie autoimmuni?

Ad oggi sono note decine di malattie autoimmuni e ciò che le accomuna è un’anomala reazione del sistema immunitario – contro i nostri tessuti sani – che è responsabile della comparsa delle malattie. Tra le strutture che possono essere danneggiate si possono includere le ghiandole endocrine (ad esempio il pancreas o la tiroide), le articolazioni, i vasi sanguigni, il tessuto connettivo, i muscoli e la pelle. Esempi di patologie autoimmuni sono la dermatomiosite, il morbo di Graves, la tiroidite di Hashimoto, la malattia di Addison, la celiachia, la miastenia gravis, la sclerosi multipla, l’artrite reumatoide, la sindrome di Sjogren, il lupus eritematoso sistemico e il diabete di tipo1. In generale, si tratta prevalentemente di disturbi cronici che in molti casi possono essere tenuti sotto controllo tramite opportuni trattamenti. I sintomi possono ripresentarsi ciclicamente – con fasi di remissione della malattia alternate a delle fasi di riacutizzazione del problema – e non sono da escludere complicazioni, talvolta anche gravi, a carico degli organi interni.

Quali sono le cause delle malattie autoimmuni?

Il sistema immunitario di chi soffre di una malattia autoimmune non è in grado di distinguere i tessuti sani dell’organismo da batteri o virus, provocando una reazione immunitaria che distrugge i tessuti sani. Ad oggi le cause di questo fenomeno non sono state ancora chiarite. Secondo un’ipotesi il malfunzionamento del sistema immunitario potrebbe essere causato da fattori esterni (per es, un’infezione, un farmaco non tollerato), soprattutto nei soggetti portatori di geni che predispongono all’insorgere di patologie autoimmuni.

Quali sono i sintomi delle malattie autoimmuni?

I sintomi delle malattie autoimmuni mutano in base ai tessuti che sono coinvolti nella patologia presa in considerazione. In diversi casi sono associati a dei sintomi generali quali febbre, affaticamento ed un senso generalizzato di malessere.

Come prevenire le malattie autoimmuni?

Non sono ancora note delle adeguate strategie allo scopo di prevenire la comparsa di una malattia autoimmune.

Diagnosi

La diagnosi di una malattia autoimmune è basata su una visita medica specialistica e l’esecuzione di esami tra cui:

  1. La ricerca di autoanticorpi organo-specifici (per es. anti-tireoglobulina e anti-tireoperossidasi).
  2. L’analisi dei livelli di proteina C-reattiva e della velocità di sedimentazione degli eritrociti (VES).
  3. La ricerca degli anticorpi antinucleo (ANA) e anti-ENA.
  4. Esami ematici generali ed esame delle urine.

Trattamenti

Gli obiettivi del trattamento sono il controllo della reazione autoimmune, la riduzione dei sintomi ed il mantenimento della capacità dell’organismo di combattere le malattie. In alcuni casi può essere necessario assumere dei farmaci o supplementi specifici per fronteggiare una carenza di ormoni (ad esempio l’insulina) o vitamine (ad esempio la B12); in altri casi si possono prescrivere farmaci immunosoppressori nel tentativo di controllare la risposta immunitaria.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?