FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Lividi (ecchimosi)

Scientificamente conosciuti col nome di ecchimosi, sono delle colorazioni tra il violaceo e il verdastro che si vengono a formare sulla pelle. Alla loro origine ci sono perlopiù traumi (percosse, contusioni), ma la loro presenza può essere associabile a diverse patologie (leucemia, cirrosi epatica, scorbuto). Il loro specifico colore è dovuto alla degradazione dell’emoglobina che è fuoriuscita dai capillari in bilirubina e biliverdina.

Alcuni individui possono essere più predisposti di altri a svilupparli; si tratta perlopiù di soggetti con marcata fragilità capillare, ed è una condizione che non deve assolutamente spaventare.

La presenza di lividi può essere accompagnata da dolore, gonfiore e sensazione di intorpidimento nell’area interessata.

Quali malattie si possono associare ai lividi?

Le patologie che possono essere associate alla presenza di lividi sono:

  • Scorbuto
  • Shock settico
  • Traumi
  • Cirrosi epatica
  • Ebola
  • Leucemia

Si rammenta che tale elenco non è esaustivo ed è sempre opportuno chiedere consulto al proprio medico.

Quali sono i rimedi contro i lividi?

Poiché le condizioni che possono risultare associate alla problematica sono molteplici, è sempre opportuno chiedere un consulto al proprio medico.

In generale, però, in caso di lividi provocati da cause traumatiche lievi, alcuni rimedi “fai da te” possono essere attuati al fine di facilitarne la regressione. Molto utile può risultare l’applicazione sulla zona interessata un impacco freddo; il freddo aiuta difatti a calmare il dolore, l’infiammazione ed il gonfiore e contribuisce a controllare l’eventuale ulteriore fuoriuscita di sangue dai capillari. L’impacco può essere formato da ghiaccio, avvolto da un panno per evitare il diretto contatto con la pelle (il rischio è quello di incorrere in un’ustione da freddo). In assenza di ghiaccio si possono utilizzare anche carne o verdure congelate (che – è bene ricordare – una volta scongelate non dovranno essere nuovamente congelate), avendo sempre l’accortezza di non metterle a contatto diretto con la pelle. Rammentare che l’efficacia del rimedio è maggiore se l’applicazione avviene subito dopo il trauma. Anche il sollevamento dell’arto o della parte del corpo colpita da trauma oltre il livello del cuore, può facilitare il riassorbimento.

Con i lividi quando rivolgersi al proprio medico?

In caso di trauma grave o in caso di malattie già precedentemente diagnosticate  (si veda l’elenco delle malattie associate).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?