FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Ipercapnia

E’ una condizione che si caratterizza per l’accumulo eccessivo di anidride carbonica nel sangue. La causa è da ricercare in anomalie a carico del funzionamento cardiaco o polmonare.

L’aumento della pressione parziale di anidride carbonica nel sangue è di solito indice di insufficienza respiratoria per inadeguata ventilazione alveolare ed in questo caso è associata a ipossia.

In caso di ipercapnia sono molteplici i sintomi associabili che si possono manifestare a seconda della gravità della condizione: si va da dispnea, arrossamento della pelle, spasmi muscolari, incremento della pressione sanguigna, aumento della frequenza cardiaca (tachicardia) o extrasistoli, mal di testa, stato confusionale, letargia, fino ad arrivare ad iperventilazione e disorientamento e perdita di coscienza. Nei casi più gravi può anche essere letale.

Più in particolare: quando la pressione dell’anidride carbonica aumenta oltre i 60-75 mmHg si hanno dispnea e alterazioni del battito cardiaco, quando invece arriva a 70-80 mmHg si hanno letargia e semicoma, a 100-150 mmHg si hanno coma e morte.

Quali malattie si possono associare all’ipercapnia?

Le patologie che possono essere associate all’ipercapnia sono:

  • Broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO)
  • Disturbi cardiaci
  • Apnee notturne

Si ricorda che tale elenco non è esaustivo ed è sempre opportuno chiedere consulto al proprio medico, soprattutto in caso di sintomi persistenti.

Quali sono i rimedi contro l’ipercapnia?

Per poter approntare un trattamento mirato alla sua risoluzione è fondamentale comprendere quale sia la causa che è all’origine del disturbo e agire su di questa. Poiché l’evoluzione della condizione può condurre a complicazioni anche importanti, in caso di manifestazione di ipercapnia è opportuno rivolgersi al proprio medico per una visita, evitando l’attuazione di rimedi “fai da te”.

Con l’ipercapnia quando rivolgersi al proprio medico?

In caso di ipercapnia è sempre raccomandabile rivolgersi tempestivamente al proprio medico o al Pronto Soccorso.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?