FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Infezioni da picornavirus

Come si contraggono le infezioni da picornavirus?

Le infezioni da picornavirus si possono contrarre per via oro-fecale oppure per via aerea.

Sintomi e malattie associate alle infezioni da picornavirus

Talvolta queste infezioni sono asintomatiche, mentre in altri casi sono associate a dei sintomi come:

  1. herpangina
  2. miosite
  3. miocardite
  4. epatite
  5. poliomielite
  6. meningite asettica
  7. encefalite
  8. raffreddore comune
  9. malattia “mani piedi bocca”
  10. congiuntivite

Cosa sono le infezioni da picornavirus?

I picornavirus sono dei virus che appartengono alla famiglia Picornaviridae. Si tratta di microbi a RNA privi di un rivestimento lipidico, e quindi resistenti ad etere, cloroformio ed alcol. Le radiazioni ionizzanti, il fenolo e la formaldeide riescono invece ad inattivarli in modo molto rapido.

La famiglia Picornaviridae include due generi: gli enterovirus e i rinovirus. La loro morfologia è identica, ma i primi sopravvivono in una range di pH più ampio e, dopo un’iniziale replicazione a livello dell’orofaringe, riescono a sopravvivere nello stomaco; il loro sito di replicazione preferenziale è tuttavia l’intestino. I secondi, invece, sopravvivono bene nelle cavità nasali, ma vengono distrutti dall’acidità gastrica; il loro sito di replicazione preferenziale è la mucosa nasale.

Fra gli enterovirus sono inclusi poliovirus, echovirus e coxsackie. Inoltre appartengono alla famiglia Picornaviridae il virus dell’epatite A (HAV) nonchè diversi parechovirus e generi di virus che infettano i vertebrati diversi dall’uomo o artropodi.

Cure e trattamenti

Il trattamento adeguato dipende dalla sindrome associata. Purtroppo non sono sempre disponibili dei trattamenti antivirali specifici. In caso di paralisi che sia associata a poliomielite possono essere necessarie intubazione, ventilazione meccanica o cateterizzazione; altre infezioni da enterovirus sono invece trattate sintomaticamente, e in alcuni casi, può essere utile una terapia a base di immunoglobuline.

Nemmeno per l’epatite A esiste un trattamento specifico. A coloro che ne sono colpiti vengono solitamente fatte delle raccomandazioni dietetiche, e nei casi più gravi possono essere necessari ricoveri ospedalieri o trapianti di fegato.

Le infezioni da rinovirus sono invece trattate sintomaticamente con antipiretici, decongestionanti nasali e sedativi della tosse; devono inoltre essere affrontate con il riposo e un’idratazione opportuna.

Disclaimer

Le informazioni qui riportate rappresentano delle indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico. In caso di malessere è consigliabile rivolgersi al proprio medico o recarsi al Pronto Soccorso.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?