FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Ghiandole surrenali

Si tratta di due ghiandole situate ognuna all’estremità superiore di ciascun rene. Misurano circa 5 cm. di lunghezza per 2,5 cm. di larghezza e la loro forma ricorda quella di un triangolo; hanno una coloratura bruno-giallastra e pesano all’incirca 5 gr. l’una.

Che cosa sono le ghiandole surrenali?

Sono formate da due porzioni con diversa struttura, funzioni ed origine: la porzione midollare interna e quella corticale, esterna.

La parte corticale (detta anche corticale del surrene, corteccia surrenale o corticosurrene) è costituita da tre porzioni stratificate successivamente dall’esterno. Ognuna di esse è specializzata nel produrre particolari ormoni steroidi: la regione glomerulare (più esterna) produce l’aldosterone e altri ormoni mineralcorticoidi che sono indispensabili per regolare il ricambio idrosalino all’interno dell’organismo; la porzione fascicolata (intermedia) produce cortisolo, cortisone e corticosterone (glicocorticoidi attivi sul ricambio glicidico); quella reticolata (più interna) provvede a generare gli ormoni sessuali, – prevalentemente del tipo androgeno – ma anche progesterone ed estrogeni.

La parte midollare (o midollare del surrene) si trova all’interno della ghiandola surrenale ed è avvolta dalla porzione corticale. È costituita da cordoni cellulari irregolari che producono due catecolamine (neurotrasmettitori) – adrenalina e noradreanalina – la cui produzione viene attivata solo in specifiche situazioni.

La secrezione degli ormoni della corteccia surrenale, e nello specifico quella dei glicocorticoidi, è controllata dall’ormone ipofisario ACTH.

A cosa servono le ghiandole surrenali?

La loro funzione  è quella di secernere differenti ormoni che sono indispensabili allo svolgimento di molteplici funzioni fisiologiche. La loro secrezione è endocrina: ciò che viene secreto, cioè, viene immesso in modo diretto nel circolo sanguigno (questo tipo di secrezione si differenzia da quella esocrina, tramite cui il prodotto viene immesso in una cavità naturale dell’organismo o rilasciato all’esterno, come accade per i succhi gastrici dello stomaco o per le lacrime).

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?