FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Dolore articolare

Con questo termine si intende una manifestazione dolorosa – spesso accompagnata da gonfiore e infiammazione – a carico di una o più articolazioni del corpo, tra cui polso e mano, anca, gamba e piede, spalla e ginocchio. Si tratta di un disturbo abbastanza comune, soprattutto con l’avanzare dell’età. Nella maggior parte dei casi si tratta quindi di un sintomo che richiede delle terapie prolungate, come per l’artrosi e l’artrite reumatoide, che sono due delle cause più comuni. In seguito a traumi o fratture, invece, l’intervento medico deve essere effettuato con urgenza.

Quali malattie si possono associare al dolore articolare?

Le principali patologie ad esso associabili sono le seguenti:

  • Condropatia rotulea o Condromalacia
  • Dengue
  • Ebola
  • Epatite
  • Fibromialgia
  • Gotta
  • Acidosi metabolica
  • Acromegalia
  • Artrite
  • Artrite reumatoide
  • Artrosi
  • Artrosi Cervicale
  • Borsite
  • Infezioni
  • Influenza
  • Insufficienza surrenalica
  • Iperparatiroidismo
  • Ipotiroidismo
  • Lupus eritematoso sistemico
  • Patereccio
  • Psoriasi
  • Rachitismo
  • Rosolia
  • Salmonella
  • Sarcoidosi
  • Sclerodermia
  • Malattia da graffio di gatto
  • Meningite
  • Morbo di Addison
  • Morbo di Crohn
  • Morbo di Hashimoto
  • Morbo di Paget
  • Osteoporosi
  • Parotite
  • Scorbuto
  • Sifilide
  • Sindrome di Sjögren
  • Sindrome premestruale
  • Tendinite
  • Tenosinovite
  • Tifo
  • Tripanosomiasi africana
  • Tumore osseo

Si ricorda che questo elenco non è esaustivo e che sarebbe sempre meglio consultare il proprio medico di fiducia in caso di sintomi persistenti.

Quali sono i rimedi contro il dolore articolare?

Allo scopo di ridurre o contrastare questo tipo di dolore, è necessario risalire all’origine del problema. Solo la diagnosi consente di adottare cure e rimedi efficaci.

Nel caso in cui il dolore articolare sia determinato da artrite e artrosi si può – sotto controllo medico – alleviare il dolore, il gonfiore e l’infiammazione con l’utilizzo non prolungato di antidolorifici e antinfiammatori, mantenendo un peso corporeo nella norma e svolgendo della moderata e regolare attività fisica.

Negli altri casi il dolore può essere contrastato assumendo degli antinfiammatori, facendo dei bagni e degli impacchi caldi, o dei massaggi e fisioterapia, o infine applicazioni con ultrasuoni, tecarterapia e riposo.

Quando rivolgersi al proprio medico?

In caso in cui il dolore sia successivo ad un trauma o a una contusione è necessario rivolgersi alle cure mediche presso un Pronto Soccorso.

È sempre consigliato ricorrere alle cure mediche qualora il dolore insorga improvvisamente e non passi dopo tre o più giorni, se sia associato a febbre, gonfiore o rossore della parte e se il dolore sia acuto e non favorisca il movimento.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

 

 

 

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?