FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Cifosi

Con questo termine si indica la curvatura della parte alta della colonna vertebrale in senso antero-posteriore e a concavità anteriore: quella modificazione a carico della schiena, cioè, che è comunemente conosciuta come “gobba”. Un leggero grado di curvatura della parte alta della schiena è fisiologico, ma il termine cifosi viene generalmente impiegato per indicare una curvatura eccessiva.

Che cos’è la cifosi?

Consiste nella curvatura della parte alta della colonna vertebrale in senso antero-posteriore e a concavità anteriore. Nei casi più gravi la cifosi può coinvolgere i nervi, i polmoni ed altri tessuti e organi, provocando dolore e altri problemi.

Quali sono le cause della cifosi?

Si verifica quando le vertebre nella parte superiore della schiena divengono più schiacciate tra loro. Le cifosi possono essere congenite (dovute cioè a delle malformazioni delle vertebre) o acquisite (come conseguenza, ad esempio, di processi patologici tra cui tumori, rachitismo, lesioni ossee vertebrali o dei muscoli paravertebrali).

Tra le cause acquisite si evidenziano:

  1. la degenerazione dei dischi intervertebrali, le strutture che fungono da cuscinetti tra una vertebra e l’altra (che può essere riconducibile all’età, ma anche a delle cause traumatiche);
  2. la presenza di tumori alla colonna vertebrale;
  3. l’osteoporosi: l’indebolimento del tessuto osseo può agevolare lo schiacciamento delle vertebre;
  4. trattamenti anti-tumorali che possono indebolire il tessuto osseo della colonna vertebrale;
  5. la reiterazione di difetti posturali: un’eccessiva curvatura nella parte superiore della colonna vertebrale può essere provocata anche da difetti posturali (comune negli adolescenti).

Tra le cause congenite si evidenzia la malattia di Scheuermann o cifosi osteocondrosica: malattia che esordisce in età adolescenziale che si caratterizza per lo schiacciamento di almeno tre vertebre vicine e talvolta accompagnata da dolore localizzato al tratto dorsale o dorsolombare.

Quali sono i sintomi della cifosi?

Oltre ad una eccessiva curvatura in avanti della parte superiore della colonna, la cifosi può anche generare del mal di schiena. Nei casi più gravi può coinvolgere i nervi, i polmoni e altri tessuti e organi, provocando dolore e varie problematiche di diverso tipo.

Come prevenire la cifosi?

Al fine di prevenire il suo insorgere è opportuno evitare tutte quelle condizioni che possono portare al suo sviluppo e su cui si può intervenire. È consigliabile quindi prevenire:

  1. l’insorgenza dell’osteoporosi tramite uno stile di vita sano, un’alimentazione equilibrata e dei periodici controlli, soprattutto nel caso di menopausa e di familiarità del disturbo;
  2. la degenerazione dei dischi intervertebrali, facendo in modo di evitare traumi alla colonna vertebrale e mantenendo un buon tono muscolare dell’addome e della schiena;
  3. i difetti posturali: particolare attenzione deve essere prestata dai ragazzi in età scolare per le errate posizioni assunte durante i momenti di studio e da tutti coloro che svolgono lavori cosiddetti “da scrivania”.

Diagnosi

Oltre ad una visita completa, per effettuare la sua diagnosi il medico può richiedere che vengano effettuati i seguenti esami:

  1. Radiografia: per accertare il grado di curvatura e rilevare le deformità delle vertebre;
  2. Tac: per vedere le immagini della cifosi da diversi angoli e per ottenere le immagini delle strutture interne;
  3. Risonanza magnetica: per escludere la presenza di infezioni o tumori;
  4. in caso di intorpidimento o debolezza muscolare il medico può richiedere la sottoposizione a diversi test sui nervi che sono in grado di determinare quanto bene viaggino – tra il midollo spinale e gli arti – gli impulsi nervosi;
  5. in caso di cifosi grave potrebbe essere necessario un test della funzionalità polmonare al fine di comprendere se il disturbo influisce sulla capacità di respirare.

Trattamenti

Il trattamento della cifosi dipende dalla sua causa e dalla sintomatologia presente.

Quanto ai medicinali, possono essere impiegati antidolorifici o farmaci per l’osteoporosi (in molti soggetti la presenza di cifosi è il primo indizio di osteoporosi).

L’allungamento muscolare (stretching) può migliorare la flessibilità della colonna e gli esercizi che rafforzano gli addominali e i dorsali possono contribuire a migliorare la postura.

Ai bambini con malattia di Scheuermann viene solitamente fatto indossare un tutore mentre le ossa sono ancora in crescita, così da cercare di contenere la cifosi.

Se la cifosi è molto grave e in particolare se va a comprimere nervi, il curante potrebbe suggerire un intervento chirurgico allo scopo di ridurre il grado di curvatura. La procedura più comune è detta fusione spinale, attraverso cui due o più vertebre vengono fissate tra loro in modo permanente.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?