FIRMA PER SOSTENERE LA RICERCA

Vaccino

I vaccini sono dei preparati in grado di indurre la risposta immunitaria. Per la loro creazione si ricorre all’impiego di una piccola parte di agenti infettivi virali o batterici interi vivi e attenuati/inattivati/uccisi o a proteine ottenute sinteticamente oppure ad antigeni polisaccaridici coniugati con proteine di supporto. È la presenza di antigeni di batteri e virus nei vaccini a renderli efficaci: questi antigeni difatti non sono sufficienti a causare la patologia, ma bastano per scatenare la reazione del sistema immunitario. Questo meccanismo attiva la memoria immunologica: il sistema immunitario ricorda l’antigene con cui è entrato in contatto, lo riconosce in un eventuale successivo incontro e si difende quindi dal suo attacco.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

Vaccinazione

Si tratta di un fondamentale strumento di prevenzione di importanti malattie infettive, responsabili di complicanze gravi, talvolta anche mortali. La vaccinazione agisce tramite immunizzazione, creando cioè uno stato di immunità per uno o più antigeni mediante la somministrazione di un vaccino. E’ l’unica arma che può assicurare un’efficace protezione contro le malattie infettive; inoltre, nella maggior parte dei casi è sufficiente una sola somministrazione affinché l’immunizzazione duri per tutta la durata della vita.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

Sistema immunitario

E’ quell’insieme di componenti (come cellule, organi e mediatori chimici) che sono deputati a difendere l’organismo dall’attacco degli agenti patogeni; a rimuovere tessuti e cellule  danneggiate (o morte) e globuli rossi vecchi e a riconoscere le cellule anomale (come quelle tumorali). Il sistema immunitario è anche responsabile del mantenimento dell’omeostasi.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

Sepsi e shock settico

Si tratta di una seria condizione clinica imputabile ad un’eccessiva risposta dell’organismo di fronte alla presenza di microrganismi, o parti di essi. Questa esagerata reazione può ripercuotersi sulla funzionalità degli organi e sfociare in shock settico, una situazione molto grave che può rivelarsi anche fatale.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

Self e non-self

Il termine “self” significa se stesso e, in ambito medico, vi si ricorre per indicare l’organismo e i suoi componenti. In opposizione al self abbiamo il “non-self”, ovvero degli agenti estranei all’organismo verso nei confronti dei quali si attiva una risposta immunologica. La distinzione tra self e non-self sta alla base della funzionalità del sistema immunitario: questo difatti deve riconoscere i propri componenti e preservarli, reagendo solamente alla presenza di agenti estranei.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

Richiamo

E’ la somministrazione di un vaccino ripetuta più volte nel tempo nei confronti di uno stesso soggetto. Il richiamo consente di stimolare la memoria immunologica rispetto ad un agente infettivo con il quale si è entrati in contatto la prima volta a mezzo di vaccino. Questo meccanismo permette di estendere la protezione contro un determinato patogeno. Le indicazioni al richiamo sono stabilite dalle autorità sanitarie e non sono necessarie per tutti i tipi di vaccini.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

Reverse vaccinology (vaccinologia rovesciata)

E’ un’approccio innovativo in vaccinologia – sviluppato intorno agli anni Novanta – che a partire dal DNA del germe e dal sequenziamento del suo genoma punta ad identificare il bersaglio contro cui rivolgere il vaccino. Pertanto, il punto di partenza non è più il germe stesso o le sue componenti.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

Recettore

E’ una struttura cellulare la cui funzione è quella di riconoscere le molecole diverse e quindi di successivamente trasmettere un  segnale alle cellule. I recettori svolgono la propria funzione con un’alta specificità.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

Probiotici

Sono dei microrganismi vivi e attivi che sono in grado di moltiplicarsi a livello intestinale e di contribuire al mantenimento dell’equilibrio della microflora intestinale. I probiotici possono essere utilizzati per preparare degli alimenti (come alcuni tipi di yogurt) o degli integratori, solamente rispettando alcune indicazioni del Ministero della Salute. I microrganismi devono essere utilizzati tradizionalmente per integrare la microflora (microbiota) intestinale dell’uomo; devono essere ritenuti sicuri per l’impiego nell’essere umano e devono essere attivi a livello intestinale in una quantità tale che si possano moltiplicare all’interno dell’intestino.

Le informazioni riportate costituiscono indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere del medico.

 

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?

Quale progetto vuoi che Humanitas sostenga grazie al 5x1000?

QUALE PROGETTO VUOI CHE HUMANITAS
SOSTENGA GRAZIE AL TUO 5x1000?